Chiamatelo come volete: font, lettering, carattere tipografico, stile di carattere. Le font hanno un loro “carattere” capace di trasmettere a chi legge emozioni differenti, indipendentemente da cosa c’è scritto.

Ecco un esempio che propose Bruno Munari nell’introduzione al libro di H. Zapf “Dalla calligrafia alla fotocomposizione”:

La poesia più breve e famosa di Giuseppe Ungaretti restituisce esperienze diverse in base al tipo di font che viene scelto. Cambiando lo stile del carattere il risultato cambia molto.

La scelta dei font, quindi, è una cosa importante e impegnativa ma anche estremamente divertente per chi svolge questo compito con passione! Come noi:)

Se ancora non ce l’avete, ecco un elenco che apprezzerete molto: la tavola periodica delle font! Questa tabella particolare elenca oggi 100 dei caratteri più popolari, influenti e noti.

Buona lettura con il vostro font preferito!