Google ha introdotto un nuovo parametro da considerare parecchio, il protocollo sicuro.

Di cosa si tratta? Normalmente quando navighi su un sito l’indirizzo è “http://esempio.com” mentre ora Google valuta positivamente i siti che navigano con protocollo sicuro: “https://esempio.com”, soprattutto se avete un sito dove avvengono transazioni economiche.

Lo scopo di questo aggiornamento è di indicare agli utenti navigatori l’affidabilità di un sito, aumentando la sicurezza.

Dal 1° gennaio 2017 i siti che non aggiorneranno il protocollo (in “HTTPS”), verranno etichettati come “NON SICURI”.
Comparirà la scritta “non sicuro” a fianco del nome del vostro sito:

Un sito invece con protocollo sicuro avrà un intestazione che darà più fiducia al cliente a navigare nel sito:

 

Google sta già richiedendo l’implementazione del certificato HTTPS a tutti i siti ECOMMERCE che pianificano campagne Google Shopping.
Google ha già iniziato, da alcuni mesi, a verificare i siti con protocollo HTTPS, monitorando questo parametro, premierà con un miglior posizionamento quei siti che si presentano aggiornati con questo protocollo: la valutazione riguarderà tutti i siti!  Anche quelli che non si occupano direttamente di vendita online!

E’ importante per l’immagine della vostra Azienda:
– essere “etichettati” come “SITI NON SICURI” condiziona la percezione dei vostri clienti/utenti e del vostro Brand, della vostra Azienda . Siti che prevedono un login o un’area riservata in cui inserire password, dati bancari, codici, ecc. se non si aggiornano, subiranno una penalizzazione rispetto ai siti che provvederanno, al più presto, ad aggiornarsi.

Non solo siti di E-commerce!
Le pagine con “http”  verranno etichettate come “non sicure” e verranno identificate con un triangolo rosso come indicatore di sicurezza.

Cosa fare quindi per poter avere il sito sicuro e maggiormente sicuro?


Per aggiornare subito il tuo sito con il protocollo HTTPS e non incorrere in penalizzazioni contattaci subito!

Nome

Email

Messaggio